Fondazione Nuovo Villaggio Fanciullo

  • Evento Mission Kalambeno 24 giugno 2017

    Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo Mission Kalambeno organizza una cena di beneficenza all'osteria I Passatelli ex Maison Barcelona di Bagnacavallo sabato 24 giugno dalle ore 20:00. I fondi raccolti saranno utilizzati per i progetti sociali presenti nel Sud del Senegal.

    + Leggi la notizia

  • Evento Charity Dinner 28 maggio 2017

    Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo: tredicimila euro raccolti da una cena benefica, ospite d’onore Anna Falchi

    + Leggi la notizia

  • Intervista alla neopresidente Dott.ssa Paola Morigi

    Intervista alla neopresidente Dott.ssa Paola Morigi nel periodico online "La Piazza Avvenimenti" di Ravenna. 

    + Leggi la notizia

  • Rinnovato il CDA - Nominata Presidente la Dott.ssa Paola Morigi

    Mercoledì 10 maggio è stato rinnovato il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo. Nominata come presidente della Fondazione la Dott.ssa Paola Morigi

    + Leggi la notizia

  • Charity Dinner 28 maggio 2017

    La Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo organizza una Charity Dinner domenica 28 maggio presso il ristorante Passatelli di Ravenna. Il ricavato della serata sarà utilizzato per realizzare il Laboratorio di gelateria grazie al quale sarà possibile avviare una formazione continua che possa offrire agli ospiti della Fondazione l'autonomia e l'opportunità di inserimento lavorativo in un settore in continua espansione.  

    + Leggi la notizia

Centro per la Gestione della Crisi

«Villa Nina»: Centro Gestione Crisi, Rivalutazione Diagnostica e Disintossicazione

Premessa

Villa Nina nasce come proposta di intervento specialistico "centro disintossicazione" in risposta alla complessità delle condizioni di poliabuso con o senza comorbilità psichiatrica. Si tratta di una struttura situata in zona rurale a Longana, Ravenna. Il programma residenziale e rivolto a 20 utenti, sia maschi che femmine; 15 posti sono dedicati al Modulo Intensivo, 5 posti al Modulo Zip.

Immagine interno villa nina

Utenza

Modulo intensivo:
Persone con disturbo da uso di sostanze e/o dipendenze comportamentali, ambosessi. Adulti con caratteristiche di personalità e/o modalità di assunzione delle sostanze per cui sia possibile definire obiettivi di trattamento in linea con l’offerta terapeutica della struttura. Minori con problemi di sostanze e difficoltà comportamentali.

Modulo Zip:
Persone con disturbo da uso di sostanze e/o dipendenze comportamentali, ambosessi, per cui si richiede disintossicazione e/o scalaggio/impostazione terapia sostitutiva e/o avversativa.
Il criterio di elezione in base al quale richiedere un inserimento a Villa Nina è la presenza di un funzionamento della persona nelle aree bio-psicosociali che non permetta la gestione e la progettazione di un piano terapeutico in sede ambulatoriale.
L’offerta terapeutica della struttura si rivolge nello specifico a persone con caratteristiche di personalità e/o modalità di assunzione che possano trarre giovamento da interventi mirati a:

  • assessment in condizioni di drug free o sobrietà
  • necessità di apprendere e strutturare strategie efficaci di evitamento delle sostanze e controllo delle situazioni di rischio.

Coerentemente con la specificità e gli obiettivi della struttura e con la durata breve dei percorsi, deve essere possibile, da parte del servizio inviante che ha in carico l’utente, dar seguito al progetto terapeutico definito in struttura, in base agli elementi emersi dalla fase di assessment.
Il programma residenziale prevede la possibilità di accedere a due percorsi, Modulo Zip e Modulo Intensivo, per un numero complessivo di 20 utenti.

Modulo ZIP

Tempo di permanenza massimo 30 giorni

Modulo Zip e' pensato per quelle situazioni in cui sia possibile definire una richiesta di intervento coerente con gli obiettivi che seguono,
raggiungibili entro un tempo massimo
di permanenza di 30 giorni, e che non presentino caratteristiche riconducibili ai criteri di esclusione.

Obiettivi

Area sanitaria

  • Disintossicazione e disassuefazione da alcol, eroina e benzodiazepine (disintossicarsi)
  • Scalaggio farmaci sostitutivi e psicofarmaci 
  • Induzione e stabilizzazione terapia farmacologica

Area psichica e sociale

  • Valutazione diagnostica del funzionamento psicosociale dell'utente
  • Valutazione delle risorse del contesto famigliare
  • Gestione della crisi (esacerbazione della conflittualità famigliare, rischio della perdita del lavoro, ricaduta nell'uso di sostanze, difficoltà nel percorso in altra struttura ecc.)

II Modulo Zip puo' essere propedeutico al Modulo Intensivo.

Immagine modulo zip

Modulo Intensivo

Tempo di permanenza massimo 3 mesi

Il Modulo Intensivo nasce come proposta di intervento specialistico in risposta alla complessita'  delle condizioni di poliabuso. Nello specifico, i destinatari sono poliabusatori di eta'  compresa tra i 18 e i 30 anni e adulti, fino a 40 anni, con una storia di uso alternato di sostanze diverse o poliabuso, con caratteristiche di personalita' riconducibili al tratto sensation seeking.

Obiettivi

Area sanitaria

  • Disintossicazione e disassuefazione da alcol, eroina e benzodiazepine
  • Scalaggio farmaci sostitutivi e psicofarmaci
  • Induzione e stabilizzazione terapia farmacologica
  • Miglioramento delle condizioni di salute

Area psichica e sociale

  • Valutazione diagnostica del funzionamento psicosociale dell'utente
  • Valutazione delle risorse del contesto famigliare
  • Gestione della crisi (esacerbazione della conflittualità famigliare, rischio della perdita del lavoro, ricaduta nell'uso di sostanze, difficoltà nel percorso in altra struttura ecc.)
  • Aumento della motivazione al cambiamento
  • Prevenzione della ricaduta
  • Rivalutazione del progetto terapeutico in corso
  • Aumento/ripristino delle capacita' nella cura di se' e nella relazione con l'altro

Immagine modulo intensivo

Per entrambi i moduli

Strumenti

Area clinica:
Colloquio clinico individuale e familiare, Colloqui / Gruppi ad orientamento psicoeducativo, Tests (Europasi, Scid, Mmpi), Gruppo DBT (per il solo Modulo Intensivo).
Area sanitaria:
Colloquio medico, Somministrazione terapie, Interventi di educazione sanitaria.

Immagine strumenti moduli

Metodologia

Gli elementi cardine dell'intervento terapeutico sono la psicoterapia secondo l'approccio dialettico-comportamentale e secondo l'approccio sistemico-relazionale, la psicoeducazione e il Laboratorio Musicale ed Interdisciplinare.

L'intervento dialettico-comportamentale
mira all'acquisizione di strategie efficaci nella riduzione del comportamento che stimola la condotta di abuso, riduzione del craving, evitamento di stimoli associati alla sostanza, aumento della capacita' di gestione delle emozioni, riduzione dell'impulsivita' e potenziamento delle strategie di coping.

L'intervento sistemico-relazionale
mira a migliorare la comunicazione tra i membri della famiglia e a far emergere le risorse del sistema in modo che possa svolgere funzione di contenimento e sostegno del singolo.

L'intervento psicoeducazionale
mira ad aumentare il livello di informazione e consapevolezza sulla condizione psico-fisica della persona, sul possibile decorso; ad accrescere il livello di informazione sulla terapia farmacologica impostata e sulla sua efficacia, su eventuali effetti collaterali e sulle conseguenze della non aderenza alla stessa.

Protocollo sperimentale
Come da protocollo sperimentale della Regione Emilia Romagna;
Villa Nina ha attivato un percorso di trattamento dei Disturbi Gravi di Personalità strutturato in fasi, una residenziale della durata di massimo 2 mesi e una semiresidenziale della durata di 10 mesi, per una durata complessiva di 1 anno.
Attività fondamentali del protocollo sono:

  • Assessment:
    la valutazione deve essere orientata primariamente agli aspetti psicologici e sociali del Disturbo di Personalità e a descrivere il funzionamento del paziente, indagando il funzionamento lavorativo e psicosociale, strategie di adattamento, punti di forza e di vulnerabilità;
  • disturbi mentali comorbidi e problematiche di tipo sociale;
  • necessità di trattamento psicologico, supporto e assistenza sociale, riabilitazione occupazionale;
  • i bisogni di eventuali figli, coniuge, o altri parenti prossimi del paziente.

Protocollo sperimentale

  1. SCID II per la diagnosi categoriale di Disturbo di personalità (T0, T2)
  2. E’ altresì indicato l’impiego della SCID I per i casi di possibile comorbilità con Disturbi di Asse I (T0);
  3. BPDCL (Borderline Personality Disorder Check list) (T0; T2) I seguenti strumenti a T0, T1,T2
  4. GAF (Global Assessment of Functioning)
  5. BIS-11 (Scala di Barratt per la valutazione dell’impulsività)
  6. DSHI (valutazione dell’ autolesionismo)
  7. DERS (valutazione della disregolazione emotiva)
  8. DES (valutazione della frequenza di sintomi dissociativi
  9. AQ (valutazione della tendenza all’aggressività)
  10. SHI

Definizione di un contratto terapeutico con l’obiettivo di lavorare in collaborazione con le persone con Disturbo Grave di Personalità per sviluppare autonomia e capacità di scelta: facendo in modo che rimangano attivamente coinvolti nel trovare delle soluzioni ai loro problemi anche durante le crisi.
Intervento Psicoterapico costituito da psicoterapia individuale a cadenza settimanale, gruppi di Skills Training a cadenza settimanale, supervisione dei terapeuti, offerta psicoeducazionale per le famiglie.
Valutazione degli esiti: nella fase terminale del trattamento complesso viene effettuata una valutazione degli esiti in un’ottica multidimensionale, avvalendosi della replicazione delle scale somministrate all’inizio del trattamento per determinare le variazioni dimensionali ottenute, compresa la SCID II per verificare la permanenza del soddisfacimento dei criteri diagnostici di un disturbo di Asse II. Alla valutazione psicometrica standardizzata si associa una valutazione del punto di vista del paziente sia nei termini della soddisfazione del servizio ricevuto che della autopercezione dei cambiamenti ottenuti. Tali elementi dovranno essere raccolti anche da parte dei familiari.

Immagine metodologia villa nina

Criteri di esclusione

  • Condizione di salute fortemente compromesse:
    • presenza di patologie che richiedano un monitoraggio continuativo dello stato di salute e/o della terapia farmacologica intercorrente (es. cirrosi epatica scompensata, diabete mellito scompensato, patologie cardiache e/o respiratorie invalidanti ecc.)
    • presenza di patologie che alterino la capacita' di attendere agli obiettivi e alle attivita' quotidiane del percorso (es. encefalopatia epatica, grave deterioramento cognitivo, esiti di patologie vascolari cerebrali ecc.)
    • disabilità motorie.
  • Anamnesi positiva per delirium tremens e/o crisi convulsive in astinenza d alcol.
  • Presenza di patologie psichiatriche che alterino la capacita' di attendere agli obiettivi e alle attivita' quotidiane del percorso come persistenza di tratti psicotici e/o comportamenti gravemente disfunzionali.
  • Incompatibilita' con altri utenti ricoverati.

Casi "speciali"

Nei casi di minore età della persona e della presenza di misure giuridiche restrittive, l'equipe di Villa Nina valuterà l'inserimento sulla base della compatibilità con gli altri utenti ricoverati e dell'interferenza o meno con la realizzazione degli interventi previsti dal piano terapeutico della struttura.

Gli operatori dei servizi possono presentare comunque la richiesta di inserimento per le situazioni da loro ritenute opportune; ogni richiesta verra' sempre e comunque valutata dall'equipe di Villa Nina.

Al termine del percorso, l'equipe di Villa Nina produrrà una relazione sulla base del percorso realizzato in struttura (risultati della valutazione diagnostica se richiesta, andamento del progetto all'interno della struttura, raggiungimento degli obiettivi prefissati ed eventuali criticità, risultato degli obiettivi raggiunti nell'ambito del laboratorio musicale) e delle indicazioni sul proseguimento del progetto terapeutico al di fuori della struttura.

Progetti innovativi

Attualmente è in fase di progettazione la realizzazione di un giardino terapeutico all’interno del parco, dove gli ospiti ricoverati nella struttura possano svolgere l’attività di garden therapy.
Il giardino terapeutico è finalizzato ad essere utilizzato come componente di un programma di trattamento di terapia occupazionale e di terapia psico-fisica per i pazienti ricoverati a Villa Nina.
I maggiori benefici per i pazienti deriveranno dal contatto con una varietà di piante e fiori scelti accuratamente per stimolare la vista, l’olfatto, il tatto, risvegliando perciò i sensi e con essi i ricordi e le emozioni. Il giardino andrà quindi a stimolare le vie del benessere, permettendo al paziente di entrare in equilibrio con la natura e con i suoi ritmi, con ripercussioni positive sulle terapie che vengono prestate all’interno del Centro di valutazione diagnostica e di disintossicazione.

Immagine progetti innovativi

Retta Giornaliera


La retta giornaliera prevista e deliberata dalla Regione Emilia Romagna è pari a € 111,43

La struttura prevede anche l’accoglienza di pazienti privati.

Equipe operativa

Responsabile struttura

Dr.ssa Roberta Carrozzo - Psicologa/Psicoterapeuta
Dal 2001 al 2008 ha svolto lavoro clinico con persone e famiglie con problemi legati all'uso di alcol, disturbi del comportamento alimentare, gioco d'azzardo patologico e pazienti con doppia diagnosi presso il Ser.T. di Cesena. Dal 2002 svolge attivita' formative rivolte ad operatori socio-sanitari.

Medico tossicologo

Dr.ssa Simona Guerzoni
10 ore settimanali reperibilità 24H

Psicoterapeuta

Dr.ssa Francesca De Stefani

Psichiatra

10 ore settimanali reperibilità 24H

nr. 3 Infermieri
nr. 4 Educatori Prof.
Supervisore

pdf Scarica la Brochure del Centro per la Gestione della Crisi

Richiesta Informazioni

Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Inserisci la spunta

Come raggiungerci

Come Contattarci

La Sede del Villaggio

Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo

Via 56 Martiri n.79 - 48124 - Ravenna - Italy

+39.0544.603511

Amministrazione

 Amministrazione
Sig.ra Luisa Ventura
0544.603518
Skype

Direzione

 Direzione
Dott. Patrizio Lamonaca
0544.603518
Skype

Comunitá Terapeutica

 Comunitá Terapeutica
Dr.ssa Manuela Ceccarelli
0544.603511
Skype

Gruppo appartamento Cesena

 Gruppo appartamento Cesena
Dr.ssa Tiziana Di Pentima
320.456.6516

Centro osservazione e diagnosi

 Centro osservazione e diagnosi
Dr.ssa Roberta Carrozzo
0544.552150
Skype

Comunitá per minori

 Comunitá per minori
Dott. Mattia Fenati
0544.603527 - 331.1541629
Skype

Servizi di Prossimitá Forlì

 Servizi di Prossimitá Forlì
Dr.ssa Claudia Bregli
334.105.6897

O.N.G.

 O.N.G.
Dott. Pietro De Carli
0544.603518
Skype

Eventi e Gestione Spazi

 Eventi e Gestione Spazi
Dr.ssa Valentina Ruffili
0544.603525
Skype

Iscriviti alle Newsletter

Iscriviti al sito per rimanere aggiornato sulle iniziative del Nuovo Villaggio del Fanciullo

Seguici nei Social

  • Instagram
  • Facebook
  • Twitter

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Policy Cookie

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Se hai piacere di rimanere aggiornato sulle nostre iniziative, ti invito a compilare i campi con il tuo nome e la tua email. 

Riceverai nella tua casella di posta le nostre comunicazioni inerenti le iniziative che organizza il Villaggio per il reinserimento sociale degli ospiti.

In ogni momento puoi decidere di non ricevere più le nostre comunicazioni cliccando nel link che trovi in fondo a ogni email che riceverai.

Se ti sei già iscritto alle nostre Newsletter, clicca sulla X per chiudere la finestra. Grazie!