Fondazione Nuovo Villaggio Fanciullo

  • Adotta un albero da frutto, fai un Regalo Solidale

    Dona una albero da frutto ai tuoi cari, ai tuoi amici, ai tuoi clienti o ai tuoi collaboratori. Regala l'opportunità di contribuire a un importante progetto di reinserimento sociale. 

    + Leggi la notizia

  • Il Villaggio del Fanciullo in missione in Senegal

    La Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo in missione per sviluppare due progetti umanitari. Nelle scorse due settimane, la Fondazione è stata impegnata in una missione umanitaria nel Sud del Senegal, in collaborazione con l’Associazione di volontariato Kalambeno. Tale iniziativa si colloca all’interno dei progetti previsti dalla Fondazione in qualità di ONG.  

    + Leggi la notizia

Comunita

Comunità Residenziale Terapeutico Riabilitativa per Dipendenze Patologiche

Premessa

Il trattamento terapeutico riabilitativo delle Dipendenze Patologiche è diventato sempre più mirato, dapprima con l’elaborazione di un trattamento specifico della Dipendenza da alcol, successivamente con il porgere una particolare attenzione alle Dipendenze Comportamentali. Il frequente riscontro di dipendenza da sostanze psicoattive associata a Gioco d’azzardo Patologico, rende necessario un trattamento sempre più specifico e sempre più personalizzato. L’obiettivo prefissato viene raggiunto attraverso un’adeguata formazione dell’equipe operativa e attraverso un corretto approccio multidisciplinare, in grado di consentire l’appropriatezza degli interventi mettendo il paziente al centro del processo di cura e di riabilitazione prevista dalla comunità terapeutica. E’ prevista una supervisione mensile dell’équipe con presentazione dei casi clinici e valutazione del trattamento e degli esiti. Le dimensioni e le caratteristiche strutturali della sede consentono un’adeguata suddivisione degli ambiti rispetto all’accoglienza di pazienti con problematiche diverse.

Utenza

Pazienti con problemi correlati alla tossicodipendenza, alcoldipendenza, polidipendenza, comorbilità psichiatrica, e al gioco compulsivo. Pazienti con dipendenza patologica che usufruiscono di misure alternative alla carcerazione. La struttura o comunità terapeutiche ospita utenti maggiorenni di sesso maschile. I posti disponibili sono 50 complessivamente.

Programma Residenziale Terapeutico/Riabilitativo

(40 posti Retta Giornaliera € 70,11)

Prevede un intervento ad alta intensità applicato a casi complessi che necessitano di un trattamento residenziale. La durata del programma è di 6 mesi, con possibilità di proroga in relazione alle possibili evoluzioni dei bisogni degli utenti. Il modello di intervento, bio-psico-sociale, prevede lo spostamento degli interventi su livelli di intensità decrescenti.

Metodologia

  • Regolare attività di controllo dello stato di salute
  • Consulenza dello psichiatra
  • Test psicodiagnostici personologici
  • Counselling motivazionale
  • Gruppi psicoeducazionali
  • Trattamento psicoterapeutico attraverso colloqui individuali e gruppi strutturati
  • Colloqui con i familiari
  • Sostegno alla genitorialità
  • Corsi di formazione professionale
  • Attività ludiche culturali e sportive

Obiettivi

  • Controllo craving
  • Controllo/adeguamento terapia farmacologica
  • Valutazione ed attivazione delle risorse personali
  • Migliorare il controllo degli impulsi e la gestione delle relazioni
  • Migliorare autostima e tolleranza alle frustrazioni
  • Superare i comportamenti a rischio
  • Raggiungere livelli di autonomia compatibili con le abilità e le problematiche esistenti
  • Acquisizione di competenze professionali
  • Reinserimento socio-lavorativo

E’ prevista la possibilità di passaggio, dal programma terapeutico-riabilitativo al programma pedagogico-riabilitativo, che prevede un intervento ad intensità medio/ bassa, al fine di favorire il consolidamento degli obiettivi raggiunti ed il reinserimento socio-lavorativo.

Programma Residenziale Pedagogico/Riabilitativo

(10 posti Retta Giornaliera € 54,75)

L’intervento ad alta intensità può essere seguito da un intervento ad intensità medio/ bassa che ha come scopo facilitare il reinserimento socio-lavorativo. Durata del programma 6 mesi con possibilità di eventuale proroga dopo attenta valutazione degli esiti.

Metodologia

  • Regolare attività di controllo dello stato di salute
  • Counselling motivazionale
  • Gruppi psicoeducazionali
  • Colloqui individuali con lo psicologo
  • Corsi di formazione professionale
  • Attività lavorative svolte all’interno della struttura
  • Attività ludiche culturali e sportive

Obiettivi

  • Migliorare le relazioni interpersonali
  • Superare i comportamenti a rischio
  • Acquisire competenze professionali
  • Favorire un’attenta gestione del denaro
  • Facilitare il reinserimento socio-lavorativo

Immagine LavanderiaLe attività lavorative, prevalentemente nel campo dell’orticoltura e della gestione e manutenzione del verde, dell’edilizia e della carpenteria leggera favoriscono lo sviluppo di autonomie, di senso di responsabilità e di capacità di realizzazione sia produttiva che gestionale. Anche nelle condizioni più svantaggiate rappresenta una risorsa importante per conservare e valorizzare le abilità residue, oltre a rappresentare un utile strumento per favorire la socializzazione. Una funzione importante è svolta da artigiani esperti in grado di trasmettere competenze ed esperienza professionale. Si privilegiano attività artigianali in grado di agevolare, attraverso il rapporto con Enti di formazione presenti sul territorio, la creazione di opportunità occupazionali in previsione del reinserimento sociale.

Corsi di formazione

finalizzati al reinserimento socio-lavorativo svolti all’interno della struttura

  • Corso per operatori dell’edilizia, livello base 300 ore, organizzato dalla Scuola Edile Provinciale di Ravenna
  • Corso di formazione per panificatori pasticceri e pizzaioli
  • Corso di formazione sui processi di saldatura a filo su piastra (40 ore), gestito da un Ente di formazione certificato che rilascia le qualifiche Saldatori in accordo alla norma UNI EN ISO 9606-1
  • Corsi di informatica di base ed avanzata
  • Corsi di formazione per operatori sicurezza e salute

Corso di Saldatura

Corso di Saldatura

Corso di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Corso di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Corso per Muratori

Corso per Muratori

Corsi di informatica

Corsi di informatica

Corso di Cucina

Corso di Cucina

Reinserimento

Per il target giovani/adulti il reinserimento sociale si realizza attraverso l’attivazione di collaborazioni con Centri di formazione, Coop. Sociali, centri per l’impiego, Enti locali, gruppi di auto aiuto. Dopo un’attenta valutazione delle caratteristiche personali e delle competenze professionali dell’utente, si avvia una ricerca sulle opportunità lavorative del territorio e sui corsi di formazione più idonei. Si procede anche ad un’accurata ricerca di tirocini che agevolino l’inserimento lavorativo. Infine si individuano le strategie più efficaci per la ricerca di un’occupazione.

  • Iscrizione al centro per l’impiego ai fini di ufficializzare la posizione di soggetto in cerca di occupazione e di effettuare un colloquio/consulenza di orientamento
  • Costruzione e stesura curriculum vitae e lettera motivazionale con l’aiuto di un educatore preposto e formato
  • Iscrizione ai servizi online “Job Alert” che forniscono aggiornamenti continui sulla casella postale elettronica di offerte di lavoro, tirocini o corsi di formazione nella provincia
  • Iscrizione alle agenzie del lavoro situate nel territorio e monitoraggio dei siti online delle stesse
  • Passaggi a mano del curriculum vitae presso aziende del territorio.

La struttura inoltre garantisce un iniziale supporto logistico ed un costante sostegno psicologico e motivazionale oltre ad un attento controllo delle condizioni psicofisiche dell’utente.

Il reinserimento prevede, sulla base delle caratteristiche personali, abilità e livelli di autonomia raggiunti, il rientro presso il proprio domicilio, il passaggio ad appartamento supportato oppure una soluzione abitativa indipendente. Fondamentale è la logica della continuità terapeutica, e quindi la prosecuzione delle cure presso il servizio territoriale di riferimento.

Programma "Old user"

con intervento a media/bassa intensità

Si riscontra un incremento della presenza di “Olders”, adulti con più di 45 anni, con quadri clinici con componente mista, che usufruiscono di percorsi che prevedono un intervento a media/bassa intensità terapeutica, ma ad elevata attività assistenziale. La durata del programma è di 3 mesi con possibilità di eventuale proroga in relazione ai bisogni effettivi del paziente.
In questo caso si predispongono percorsi personalizzati, sulla base di progetti definiti dalle Unità di Valutazione Multidimensionale. L’intervento in questo caso è prevalentemente di tipo riabilitativo, personalizzato, sulla disabilità personale e sociale conseguente a problematiche correlate alla dipendenza patologica ed alla comorbilità psichiatrica.

Metodologia

  • Regolare attività di controllo dello stato di salute
  • Trattamento socio-educativo
  • Accompagnamento nei percorsi di acquisizione o aggravamento di certificazioni
    di invalidità
  • Mediazioni con Enti Locali
  • Eventuale attivazione amministratore di sostegno
  • Valutazione di aspetti legali
  • Sostegno educativo per pazienti e familiari
  • Attività di riabilitazione con laboratori ludico-ricreativi ed interventi di risocializzazione.
  • Facilitazione dell’accesso a tirocini formativi e ad attività lavorative compatibili
    con il deficit in atto.

Obiettivi

  • Miglioramento delle condizioni psicofisiche
  • Miglioramento delle abilità residue ed acquisizione di nuove abilità
  • Costruzione di livelli di autonomia compatibili con le problematiche presenti

Reinserimento

Per il target Olders, il percorso riabilitativo residenziale, ha il compito di migliorare le abilità residue e di supportare le disabilità residuali di pazienti clinicamente stabilizzati, al fine di facilitare il reinserimento sociale che potrà prevedere il ritorno e la permanenza presso il proprio domicilio, quando possibile, o l’inserimento in casa famiglia o in un appartamento supportato.

Programma di trattamento residenziale per giocatori d’azzardo

Il frequente riscontro di Gioco d’Azzardo Patologico "dipendenza da gioco" associato ad altra dipendenza patologica ha reso necessario un trattamento sempre più specifico e sempre più personalizzato. La complessità del quadro richiede un approccio epistemologico che comprenda gli aspetti bio-psico-sociali ed un trattamento multimodale integrato che tenga presente anche gli aspetti culturali ed economici. Le attività previste dal programma sono rivolte al raggiungimento di obiettivi che si articolano su tre livelli: lo stato fisico, psichico e le condizioni sociali del giocatore compulsivo. La famiglia è direttamente coinvolta nel progetto terapeutico e ne costituisce, qualora presente e disponibile a partecipare, una risorsa fondamentale per un percorso condiviso ed efficace. La durata del programma è di tre mesi.

Metodologia

  • Assessment psicologico/psichiatrico
  • Anamnesi socio-familiare
  • Anamnesi specifica per GAP
  • Test psicodiagnostici specifici( test per Gap e personologici)
  • Valutazione patologie correlate
  • Trattamenti psicoterapeutici individuali
  • Gruppi psicoeducazionali e socio educativi
  • Gruppi psicoterapeutici
  • Colloqui con i familiari
  • Colloqui con la coppia
  • Attività motoria e ludico ricreativa
  • Assistenza legale
  • Tutoraggio Economico; contatto con le famiglie per la gestione del denaro

Obiettivi

  • Raggiungimento della condizione di astinenza dal gioco
  • Rafforzamento delle motivazioni che sostengono la condizione di astinenza dal gioco d’azzardo
  • Apprendimento di modalità adattive per affrontare i problemi e le difficoltà
  • Lavoro sulla storia di vita personale
  • Miglioramento delle capacità relazionali sia all’interno del proprio nucleo familiare che nell’ambiente esterno
  • Modificazione dello stile di vita
  • Recupero della capacità lavorativa

Reinserimento

Immagine ReinserimentoLe modalità ed i progetti relativi, concordati con il Servizio inviante, varieranno in base alle caratteristiche dell’utente, agli obiettivi raggiunti ed ai bisogni oggettivi, ed in base alla presenza o assenza di una rete familiare e sociale. Il paziente continuerà il percorso di cura presso i servizi territoriali e sarebbe auspicabile la frequentazione di gruppi di auto aiuto.

Programma residenziale per il trattamento della dipendenza alcolica

(40 posti Retta Giornaliera € 70,11)

Il programma è rivolto a 10 utenti di sesso maschile, maggiorenni, nei quali la dipendenza alcolica non abbia determinato una compromissione neurologica, psichiatrica o internistica, tale da impedire una partecipazione adeguata alle attività che il programma prevede. La durata del programma è di tre mesi con eventuale proroga di altri tre mesi.

Inserimento

L’inserimento avverrà su richiesta del Ser.T dell’Azienda U.S.L. di competenza, che dovrà fornire una relazione psicosociale ed una relazione clinico-internistica. Successivamente alla valutazione di idoneità, è previsto, se possibile, un primo colloquio con l’utente interessato, accompagnato, qualora disponibili, dai familiari. Nei casi indicati, sarebbe necessario far precedere l’inserimento da un ricovero in reparto ospedaliero per la messa in atto di misure detossificanti e di disassuefazione, consentendo inoltre gli approfondimenti diagnostici opportuni.

Metodologia

  • Regolare attività di controllo dello stato di salute e di valutazione delle condizioni cliniche attraverso consulenza del medico alcologo e dello psichiatra
  • Proseguimento del trattamento di disassuefazione
  • Test psicodiagnostici specifici e personologici
  • Counseling motivazionale
  • Gruppi psicoeducazionali
  • Trattamento psicoterapeutico attraverso colloqui individuali e gruppi strutturati
  • Programmi di riabilitazione cognitiva per il trattamento dei deficit mnesici:
    memory training e mnemotecniche
  • Programmi di riabilitazione fisica
  • Attività ludico-culturali
  • Corsi di formazione
  • Colloqui con i familiari

Obiettivi

  • Rinforzo della motivazione
  • Migliorare le relazioni interpersonali aumentando la tolleranza alle frustrazioni riducendo la conflittualità evitando l’attivazione del meccanismo di regressione
  • Acquisizione di nuove forme di comportamento
  • Migliorare le abilità residue
  • Favorire la consapevolezza dei familiari relativamente al deficit in atto. Favorire l’elaborazione dei problemi relativi alla separazione-emancipazione
  • Favorire il reinserimento sociale

Reinserimento

Immagine ReinserimentoViene favorito da attività di mediazione sociale volte a facilitare la partecipazione a tirocini o corsi di formazione che sostengano l’inserimento lavorativo. Nel caso in cui l’utente abbia già un’occupazione, usufruirà di un periodo di aspettativa al termine del quale riprenderà l’attività lavorativa. Se presente una rete familiare e sociale potrà rientrare presso il proprio domicilio. In caso di situazioni di particolare precarietà e svantaggio, in accordo con il Servizio inviante si potrà elaborare un progetto che preveda il passaggio in casa famiglia o appartamento supportato. Anche in questo caso sarà fondamentale che il paziente continui le cure presso i Servizi territoriali e frequenti con i familiari, qualora possibile, gruppi di auto aiuto.

E’ prevista la possibilità di passaggio, dal programma terapeutico-riabilitativo al programma pedagogico-riabilitativo, che prevede un intervento ad intensità medio/ bassa, al fine di favorire il consolidamento degli obiettivi raggiunti ed il reinserimento socio-lavorativo.

Le attività sportive e culturali

La struttura multifunzionale della Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo con attrezzature sportive, palestre e anfiteatro cerca di soddisfare le esigenze di tutti gli ospiti.

Calcio

Calcio

Nuoto (presso strutture esterne)

Nuoto (presso strutture esterne)

Spettacoli in Arena

Spettacoli in Arena

 

Equipe Operativa

Responsabile struttura

Dr.ssa Manuela Ceccarelli - medico chirurgo
Scuola di Psicoterapia psicoanalitica presso Istituto Internazionale di Psicologia Sociale Analitica, Mestre (VE). Master biennale in “Psicoterapia di Gruppo e familiare” presso IIPSA Mestre (VE). Master Universitario di primo livello in “Problemi e Patologie Alcolcorrelati”, Ospedale Careggi, Firenze.

Psichiatra

Dr. William Esposito
10 ore settimanali reperibilità 24 H

Psicologo Clinico

Dr.ssa Paola Ballardini

Psicologo Psicoterapeuta

Dr.ssa Esther Paduano

nr. 2 Infermieri Prof.
nr. 7 Educatori Prof.
nr. 4 Operatori
nr. 3 Tecnici per la formazione lavorativa Supervisore

pdf Scarica la Brochure della Comunita' Terapeutico Riabilitativa

Richiesta Informazioni

Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Inserisci la spunta

Come raggiungerci

Come Contattarci

La Sede del Villaggio

Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo

Via 56 Martiri n.79 - 48124 - Ravenna - Italy

+39.0544.603511

Amministrazione

 Amministrazione
Sig.ra Luisa Ventura
0544.603518
Skype

Direzione

 Direzione
Dott. Patrizio Lamonaca
0544.603518
Skype

Comunitá Terapeutica

 Comunitá Terapeutica
Dr.ssa Manuela Ceccarelli
0544.603511
Skype

Gruppo appartamento Cesena

 Gruppo appartamento Cesena
Dr.ssa Tiziana Di Pentima
320.456.6516

Centro osservazione e diagnosi

 Centro osservazione e diagnosi
Dr.ssa Roberta Carrozzo
0544.552150
Skype

Comunitá per minori

 Comunitá per minori
Dott. Mattia Fenati
0544.603527 - 331.1541629
Skype

Servizi di Prossimitá Forlì

 Servizi di Prossimitá Forlì
Dr.ssa Claudia Bregli
334.105.6897

O.N.G.

 O.N.G.
Dott. Pietro De Carli
0544.603518
Skype

Eventi e Gestione Spazi

 Eventi e Gestione Spazi
Dr.ssa Valentina Ruffili
0544.603525
Skype

Iscriviti alle Newsletter

Iscriviti al sito per rimanere aggiornato sulle iniziative del Nuovo Villaggio del Fanciullo

Seguici nei Social

  • Instagram
  • Facebook
  • Twitter

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Policy Cookie

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Se hai piacere di rimanere aggiornato sulle nostre iniziative, ti invito a compilare i campi con il tuo nome e la tua email. 

Riceverai nella tua casella di posta le nostre comunicazioni inerenti le iniziative che organizza il Villaggio per il reinserimento sociale degli ospiti.

In ogni momento puoi decidere di non ricevere più le nostre comunicazioni cliccando nel link che trovi in fondo a ogni email che riceverai.

Se ti sei già iscritto alle nostre Newsletter, clicca sulla X per chiudere la finestra. Grazie!