Servizi di prevenzione e prossimità Forlì

I servizi di prossimità gestiti dalla Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo all’interno del Ser.T di Forlì riguarderanno vari progetti, la Fondazione per la realizzazione e gestione dei servizi impiegherà 3 risorse umane: 1 sociologa, 1 psicologa e 1 educatrice sociale.

servizio-prossimit1
servizio-prossimit2
servizio-prossimit3
servizio-prossimit4
servizio-prossimit5
servizio-prossimit6

Progetto “Unità di Strada Borderline” 

Gli interventi di informazione, sensibilizzazione e riduzione dei rischi nei contesti del divertimento sono svolti in luoghi quali discoteche, club, circoli giovanili, pub, sagre, eventi vari, rivolgendosi soprattutto ad un pubblico giovanile a cui è viene lasciata la libera decisione di accedere alle postazioni degli operatori con misurazione dell’alcolemia tramite lo strumento dell’etilometro. Inoltre, vengono distribuiti alcol–test monouso, profilattici e materiale informativo riguardante sostanze psicotrope legali ed illegali, malattie sessualmente trasmissibili (MST) e gioco d’azzardo patologico (GAP).

L’equipe multidisciplinare è disponibile per approfondimenti, informazioni e per intervenire in situazioni di criticità; in eventi particolarmente rilevanti viene effettuato il raccordo con il personale medico e paramedico presente. E’ previsto anche un lavoro di sensibilizzazione nei confronti di gestori di locali, operatori addetti alla sicurezza e organizzatori di eventi al fine di migliorare la salute e la tutela dei partecipanti. 

Pagina facebook Unità di Strada

Progetto “Chiacchere&Caffè”

Prevede la presenza di un’equipe specializzata nell’ambito della prevenzione dell’incidentalità stradale legata all’assunzione di sostanze psicotrope legali ed illegali. Tale equipe opera nei week-end con la finalità di offrire una pausa ai guidatori che rientravano nel forlivese dopo aver trascorso la notte nei locali della riviera romagnola.

L’equipe, munita del camper fornito dall’Azienda USL della Romagna, si posiziona sulla Strada Provinciale Cervese, all’innesto con l’Adriatica, per intercettare i veicoli in fase di rientro. L’attività è prevista per tutta la durata della notte fino al mattino, durante la quale vengono distribuiti caffè, acqua e snack dolci e salati e la possibilità di misurare l’alcolemia attraverso la prova dell’etilometro.

Progetto “(IM)PARI”

Il progetto è stato ideato con la finalità di promuovere sani stili di vita e scelte consapevoli in riferimento ai comportamenti a rischio tra gli adolescenti, utilizzando la metodologia preventiva della peer education, con lo scopo di produrre una “benefica reazione a cascata” che faciliti la circolazione delle conoscenze e delle competenze legate alle tematiche relative all’uso, abuso e dipendenza delle sostanze psicotrope legali, illegali e comportamentali. I peer educators agiscono, quindi, da facilitatori di cambiamento e di atteggiamenti nei confronti dei loro pari. Il percorso formativo proposto ai peer ha lo scopo di far acquisire loro competenze relazionali e comunicative utili alla costruzione dell’identità e di affinare abilità di ascolto e di accoglienza dell’altro.

Il ruolo dei professionisti è quello di facilitare i processi educativi facendo emergere e supportando le risorse e l’iniziativa dei giovani. Nello specifico, mirano a promuovere atteggiamenti e comportamenti responsabili rispetto alle sostanze psicotrope e alla sessualità, aumentare il coinvolgimento dei giovani nelle strategie educative sulle sostanze psicotrope e sulla sessualità, informare i giovani sulle sostanze psicotrope e sulla sessualità utilizzando un linguaggio scientifico e strumenti (quali video, arte, musica) vicini al mondo giovanile, aumentare la percezione e la consapevolezza dei comportamenti a rischio legati alle sostanze psicotrope e alla sessualità, accrescere capacità decisionali autonome e consapevoli.

Progetto “Centro Nazionale di documentazione sulle droghe- La drogheria”

Il centro di documentazione raccoglie tutta la produzione “non scientifica” in materia di sostanze, consumi, comportamenti a rischio, adolescenza. La collezione riguarda quindi tematiche relative al cinema, letteratura, musica e arte, dando ampio spazio ai gadget prodotti da Istituzioni internazionali o auto-prodotti da ONG. Tutto il materiale viene messo a disposizione per Istituti Scolastici, studenti e cittadinanza. L’equipe si occupa della promozione delle attività del Centro di Documentazione sulle Droghe, della raccolta e dell’archiviazione del materiale nazionale e internazionale legato alle sostanze psicotrope, offrendo la possibilità al pubblico di visionare e consultare quest’ultimo con finalità di sensibilizzazione e divulgazione di una conoscenza ampia allo scopo di promuovere cultura. I professionisti hanno inoltre ideato, allestito e curato molteplici mostre ad hoc di manifesti riguardanti le tematiche sopra citate, che si sono svolte sul territorio nazionale, in contesti istituzionali (sede della Regione Emilia Romagna, Ospedale G.B. Morgagni di Forlì) e non (Centri di Aggregazione Giovanile, pub, Chill Out).

servizio-prossimit10
servizio-prossimit11
servizio-prossimit12
servizio-prossimit7
servizio-prossimit8
servizio-prossimit9

È stata inoltre realizzata una pagina e profilo facebook dal nome YOUNGLE CORSAIRS, con l’obiettivo di offrire gratuitamente servizi di ascolto, aiuto e counseling on line agli adolescenti, da parte di un gruppo di pari under 20 adeguatamente formati e suppportati durante lo svolgimento delle chat dall’equipe multiprofessionale e spervisionati a cadenza mensile dallo psicologo.

Contatti:

Email: 

Telefono: 3341056897

Pagina facebook Youngle Corsairs